0 3 minuti 3 mesi

La Liga Profesional argentina introduce ufficialmente il Var a partire dalla prossima giornata di Copa de Liga. Inizia così un’era totalmente inesplorata e dalle mille insidie.

Il fútbol argentino si appresta alla nuova rivoluzione calcistica affidandosi al Var. Dal prossimo turno di Copa de la Liga assisteremo a un nuovo capitolo, futbolisticamente parlando, che cambierà radicalmente il modo di vivere il calcio finora conosciuto.

Dopo vari tentativi e proclami ad effetto è finalmente realtà lo sbarco anche in Argentina del Video Assistant Referee in supporto alle valutazioni arbitrali. Già usata in copa Libertadores e Sudamericana e fortemente voluta da Liga Profesional e Federazione (AFA), la discussa tecnologia conquista anche ‘las canchas de Argentina‘ per una svolta che si preannuncia epocale.

Mesi di continua formazione teorica e pratica della classe arbitrale hanno reso possibile il compimento del progetto, ora finalmente al via, nonostante il torneo già in svolgimento. “Il VAR è uno strumento che arriccherà il nostro calcio” ha dichiarato il direttore dell’associazione arbitri Federico Belligoy. “Il presidente Tapia mi ha detto ‘Voglio il miglior VAR del mondo’, ed è quello che tutti noi vogliamo. Chiedo solo una cosa: l’impegno in questo lavoro. Abbiamo bisogno dell’impegno di tutti”.

Presente qualche giorno fa in occasione dell’inaugurazione dal centro operativo, nientemeno che il presidente della Commissione Arbitri FIFA, Pierluigi Collina.“L’Argentina è campione del mondo dell’arbitraggio, grazie a Néstor Pitana e i suoi assistenti che hanno diretto egregiamente l’ultima finale mondiale” ha ricordato il numero uno viareggino. “Il VAR è uno strumento che tutela il calcio. Il fallimento poi, fa parte della nostra umanità. Ci sono stelle che sbagliano i rigori decisivi, ma tutto questo viene presto dimenticato. Quando gli arbitri falliscono invece la gente li ricorda per decenni. Ecco perché dobbiamo proteggere il calcio e gli arbitri”.

Il presidente AFA Chiqui Tapia concludeva solennemente la cerimonia, elargendo abbondanti benedizioni sui presenti: “In questo giorno importante nella nostra Associazione, poter inaugurare questo edificio è motivo di grande onore per arbitri e dirigenti. Cinque anni fa abbiamo dovuto subentrare in un momento molto critico e oggi abbiamo l’opportunità di iniziare questa nuova sfida. È un grande orgoglio per questa amministrazione continuare a rifondare il calcio argentino.”.

Le nuove designazioni arbitrali, con arbitri Var annessi.

Nuove rifondazioni, dunque, che cambieranno totalmente il modo consueto di tifare e vivere appieno il calcio argentino. Prepariamoci e tiriamo fuori gli elmetti, saranno giorni molto intensi nel fulbo argento, a partire da stanotte.


calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.