0 3 minuti 12 mesi

Parlando di ‘Bombonera allagata’ torna subito alla mente l’immagine iconica della finale di andata contro il River, nella famosa Libertadores 2018. Oppure l’istantanea di quest’anno contro la Lepra. La notizia è che finalmente si sta risolvendo l’annoso problema.

Sono iniziati i lavori di manutenzione del manto erboso al Estadio Bombonera di Buones Aires, resisi necessari dopo gli allagamenti degli ultimi anni, che spesso e volentieri hanno dato del filo da torcere a Club e tifosi. Più precisamente, sarà rifatto per intero il sistema di drenaggio del prato per ridare nuovo lustro al Templo del futbol argentino.

La decisione, inizialmente concepita in questo semestre a seguito del rinvio di Boca Juniors-Newell’s Old Boys dello scorso novembre, è stata postecipata dal Consejo de Futbol Xeneize a fine campionato, a seguito della concomitante riapertura degli stadi al 100%. Si è potuto riammirare così lo stadio vibrare e ‘latere’ di nuovo, con il ritorno del pubblico che ha apprezzato ‘sentitamente’ la decisione.

LAVORI. Le opere riguarderanno la sostituzione integrale dei tubi drenaggio all’interno del terreno e la creazione di nuovi, che risolveranno l’annoso problema del deflusso acqua. Florentino Verón, responsabile dei lavori, intervistato da TyC Sports afferma: “Stiamo installando un nuovo sistema di drenaggio. Lo abbiamo installato anche nel centro sportivo Boca di Ezeiza. L’idea è quella di posizionare un canale di drenaggio ogni 3 metri, che aiuterà l’acqua a defluire più rapidamente, migliorando di conseguenza il terreno”.

Immagine
TyC Sports

Dopo il River con i lavori al Monumental, tocca al Boca metter mano al portafogli per migliorare la funzionalità del manto erboso. Le stesse opere che qui a La Boca vennero eseguite nel 2014 dall’allora presidente Angelici. “Abbiamo trovato gli scarichi ogni 10 metri.” dice sempre Verón. “Non è assolutamente funzionale un lavoro del genere: i tubi non avevano scarico, erano tagliati e il filtro non funzionava, un vero disastro.”

Fine lavori? Secondo l’azienda il manto erboso sarà ‘consegnato’ entro febbraio 2022, prima dell’inizio della stagione. Poi, non ci saranno più scuse. Il Templo dovrà sarà perfetto per il prossimo inverno bollente di Libertadores.


calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores