0 3 minuti 9 mesi

Reti bianche al Estadio Defensores del Chaco tra Paraguay e Argentina. Tante occasioni, è mancato solo il gol.

Non va oltre lo 0-0 l’Argentina contro il Paraguay nell’undicesima giornata delle Qualificazioni mondiali a Qatar 2022. Nonostante una chiara superiorità tattica e di occasioni la squadra di Scaloni sbatte contro i guantoni di Antony Silva, portiere paraguayo e autentica figura del partido.

Un punto importante conquistato in ottica qualificazione quello arrivato ad Asuncion, in una partita sostanzialmente equilibrata e piacevole. Assenti dagli undici titolari sono Lautaro Martinez e Gonzalo Montiel, lasciati ai box per affaticamento muscolare e scelta tattica. Al loro posto giocheranno el Tucu Correa e Nahuel Molina.

Si parte forte con un’Albiceleste che dimostra subito grande personalità, padrona assoluta del possesso palla e con un Messi che appare ben ispirato. Grande occasione già al 3′, quando Correa si ritrova a tu per tu col portiere, ma l’estremo difensore anticipa l’uscita e spazza. La partita è veloce e di grande intensità, con il Paraguay che non rimane a guardare e risponde colpo su colpo, trovando sempre un ottimo Dibu Martinez. Ancora Correa va vicino al gol, come pure Lo Celso, ma sembra non sia serata. Non passano neanche dieci minuti e si va a centimetri dal vantaggio. Messi si inventa un grande assist per el Tucu, il cui tiro-cross viene intercettato dal difensore Alderete che spazza sulla linea, evitando un clamoroso autogol. Termina un primo tempo intenso di tante occasioni.

Immagine

Nella ripresa l’Argentina accelera in cerca della segnatura, ma viene ancora una volta respinta dall’ottima prova di Antony Silva che esce nei tempi giusti e intercetta tutto. Correa, Messi, De Paul vanno ancora vicini al vantaggio, ma è Emiliano Martinez che salva a tu per tu col paraguayo Sanabria. La partita sembra avere un attimo di tregua dopo più di un’ora giocata in maniera frenetica. Scaloni per ravvivare il fuoco fa entrare Guido Rodríguez, Nico Gonzalez, Julian Alvarez e il Papu Gomez, quest’ultimo, autore di una grande chanche nel finale, sventata ancora una volta dal miracoloso Silva.

Termina così in parità la sfida col Paraguay, per un punto tutto sommato prezioso ottenuto in trasferta e contro una nazionale insidiosa. C’è del rammarico per le numerose occasioni sprecate per la superiorità del gioco mostrato, anche se l’aspetto che forse più conforta l’ambiente albiceleste è la continua creazione di situazioni da gol, che fa ben sperare per il prossimo futuro. Con questo risultato l’Argentina rimane imbattuta per la 23a partita consecutiva, stabilendo così un nuovo record mondiale per le Nazionali in questo momento attuale.


calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.