Scaloni e Messi: le voci del dopo Argentina-Bolivia

Scaloni e Messi: le voci del dopo Argentina-Bolivia

Settembre 10, 2021 1 Di Redazione

Tante emozioni ieri notte al Monumental. Ecco le parole dell’allenatore Scaloni e del diez Messi dopo Argentina-Bolivia.

È certamente feliz il Dt della Selección, Lionel Scaloni, raggiante in volto dopo la partita al Monumental. Tre punti d’oro in un contesto di pubblico finalmente coinvolgente, disfrutando, soprattutto, la noche mágica de Messi.

LAVORO. “Abbiamo avuto un ritmo regolare in queste partite e siamo felici. Ci siamo imposti una linea di lavoro dal primo giorno, cercando di migliorare le difficoltà iniziali che abbiamo incontrato. A livello tattico abbiamo cercato di pungere di più con i terzini. Tutte le Nazionali stanno trovando soluzioni nuove su quest’aspetto”.

MESSI. “Il Messi di stasera? Leo fa sempre la differenza. L’aver vinto ingrandisce tutto, e questo ci riempie di gioia, ma dobbiamo pensare anche alle prossime sfide. Messi sta lasciando un’eredità, un esempio a tutti i giocatori della Nazionale. Sono molto orgoglioso di averlo come giocatore”.

MONUMENTAL. “Abbiamo giocato in un terreno di gioco molto buono, era così ‘veloce’ che a volte abbiamo sbagliato la misura del passaggio. È uno dei migliori campi del calcio argentino, dobbiamo abituarci a giocare qui”.

E poi c’è lui, Leo Messi, il grande protagonista della serata: 3 gol di cui un golazo e un gol annullato. Prestazione di assoluto livello per il Diez della Selección, che sta crescendo sempre più. L’intervista si presenta già complicata e poi capiremo il perché.

“Non ne posso più di così tanta felicità.” dice Messi. E continua:. “Ho sognato a lungo diventare campeón e grazie a Dio mi è stato concesso e….. bene…. Abbiamo vinto la partita è quello era importante… e adesso .. bisogna andar avanti (iniziano a scendergli le lacrime). -Ma sei emozionato? (gli domanda il giornalista). Messi continua: È un momento particolare per come è accaduto e per aver quanto ho aspettato. (Ora nella respirazione inizia a inspirare profondamente dal naso). Non c’era modo migliore per festeggiare che essere qui. Mia madre, i miei fratelli sono in tribuna….Hanno sofferto anche loro molto e …oggi sono qui a festeggiare…Sono molto felice”. E qui Leo non ce la fa più e se ne va dalla postazione. Que Grande Leo!


calcioargentino.it