0 9 minuti 2 anni

Il River vincendo anche a Mendoza va in vetta da solo a +3 da Argentinos e Boca. Il Rosario Central ne approfitta dei risultati delle inseguitrici raggiungendo la quarta posizione.


33 pt. River: Esame superato, anzi esami superati se vogliamo tener conto anche della vittoria di settimana scorsa contro l’ Independiente. Ora il River è unico puntero, capolista solitario della Primera a + 3 dalla coppia Argentinos/Boca. E tutto questo anche a un improvviso cambio modulo. Con l’addio di Palacios el Muneco ha optato per la difesa a tre, con gli esterni Casco e Montiel che fanno la doppia fase, difensiva e offensiva. Per adesso i numeri sono dalla parte di Gallardo (come al solito) e a quando mancano sei giornate dal termine la Banda vede sempre più vicina il traguardo. Sarà il primo titolo per Marcelo Napoleon? Troppo presto per dirlo. Quello che importa è che a differenza degli altri anni il River ha trovato continuità di risultati in Superliga.

Leggi anche: ‘ Al Monumental ‘ la pagina del tifoso River


30 pt. Argentinos Juniors: Alla ripresa della Superliga ecco il passo falso del Bicho a Santa fe contro Union Santa Fe. Ed è un ko inaspettato perchè arrivato contro una squadra in crisi di risultati. Il gran gol di Troyansky al 12’ fa la differenza in una partita dove l’Argentinos non meritava di perdere. Il controverso arbitraggio di Merlos e l’incapacità di tradurre in rete la supremazia tattica, indirizza poi la gara verso la sconfitta. Sembra comunque, data la differenza della qualità in rosa, che la squadra di Dabove non riesca a tenere il passo come River e Boca. Più facile pensare a un piazzamento per la Libertadores (fase a gruppi) dell’anno prossimo.


30 pt. Boca: Grandi (e soliti) cambiamenti alla Boca per questo inizio di semestre. Archiviata l’era Alfaro, ecco il nuovo Dt Russo, un ritorno che sa di premonizione. L’allenatore nel 2007 vinse l’ultima Copa Libertadores proprio coi Xeneize. Se l’obiettivo a largo raggio rimane l’obsesión della Septima, quello a corto è far meglio possibile, con una rosa che cambia in continuazione causa finestra di mercato. Domenica notte alla Bombonera si è giocato un Boca – Independiente davvero indecifrabile. Al 24’ veniva espulso Izquierdoz per doppio giallo pregiudicando la voglia di vittoria dei bosteros. Il secondo portiere Diaz (Andrada infortunato) giocava la partita della vita, riuscendo a disinnescare tutti gli ordigni del Rojo. E dire che l’anno scorso veniva pure criticato.

Leggi anche: ‘ Alla Bombonera ’ la pagina del tifoso Boca.


29 pt. Rosario Central. Strana la stagione del Central. Sempre costretto a guardare contemporaneamente 2 classifiche, quella stagionale in lotta per il titolo (4 punti dal River) e il promedio, ovvero la speciale tabla della retrocessione, attualmente 7 punti dalla zona rossa. Certo, più si vince e più le due tablas migliorano, ma davvero è assurdo che l’esempio del Tigre dell’anno scorso non abbia fatto scuola (retrocesso ma 9º e qualificatosi virtualmente in Copa Sudamericana). A proposito la squadra di Cocca mostra carattere nella partita di Superliga contro Huracan. Sotto 0-1 le Canalle rigirano la partita nei minuti finali. Pareggio grazie ad autogol provocato da Rius al 86’ e missile da fuori area di Rinaudo al 96’. L’Arroyito può esplodere.

29 pt. Velez: Cambia molto il Velez in questa finestra di mercato. Venduto definitivamente Nico Domínguez al Bologna, la grande sorpresa è il ritorno in Argentina di ‘Cavallo Pazzo’ Centurion, dopo l’esperienza non felice al Pachuca e soprattutto nel Racing del Chacho Coudet. Riuscirà el Gringo Heinze ad addomesticarlo? Se ci riuscisse il Fortin potrebbe spiccare letteralmente il volo. Ma non è finita! In arrivo anche un ex dell’Amalfitani, molto amato da queste parti: Ricky Alvarez. Gli ingredienti ci sono tutti. Il futuro del Velez e di Heinze promette una gustosa ricetta.

29 pt. Lanús: Inizio anno amaro per i Granate data la non preventivabile sconfitta contro Aldosivi, in piena caduta libera verso la B Nacional. E invece a Mar del Plata si è visto un Tiburón concentrato e molto lucido, agevolato dal gran gol di Acevedo già al 16’. Premeva il Lanús ma inutilmente: Sand e compagni probabilmente con la brezza marina si saranno sentiti ancora in vacanza. La prossima partita contro il Godoy Cruz ci dirà quali saranno le ambizioni del Lanús per questo fine campionato.


27 pt. San Lorenzo La notizia triste per los Hinchas del Ciclón è la probabile cessione in questi giorni del pezzo più pregiato del plantel azul grana. Adolfo Gaich (attualmente impegnato nel torneo preolímpico) sarà venduto al Club Bruges, in Belgio per una cifra di 13-14 M$ netti. Il presidente Tinelli e il Dt Monarriz avevano altri programmi in mente, probabilmente anche quello di aumentare la cláusula per riuscire a guadagnare di più. Non ce l’hanno fatta, il ragazzo migliorava troppo in fretta. Gli emissari del club belga erano a un bivio: pagare ora la cláusula (15M) o aspettare il rinnovo e aumento della clausola a fine anno? Voi che avreste scelto? L’ Ultim’ora dà però abbastanza clamorosamente bloccata la trattativa: non ci sarebbe intesa per le modalità di pagamento. Il Benfica sta pensando di intromettersi per l’attaccante.

Il San Lorenzo pareggia in casa contro l’Estudiantes di Mascherano 1-1. Il peso offensivo mancante è ‘mascherato’ ancora una volta da Bruno Pittón. Il terzino è alla sesta marcatura stagionale. Non può più considerarsi una sorpresa.


27 pt. Racing Club: Grandi cambiamenti anche nell’Academia dopo il ciclo Coudet. L’ex Independiente Beccacece prende il timone della nave, cambiando prima di tutto il modulo. Non sarà più 4132 ma 433, con tanti saluti ai mediani. Voci incontrollate davano a inizio settimana un principio di discussioni accese nello spogliatoio tra el chelo Diaz (mediano e in panchina) e Beccacece stesso. Toccava al giocatore smentire categoricamente via social questo tipo di insinuazioni. Se ci aggiungiamo anche i malumori del capitano Licha Lopez circa la rosa corta della squadra, allora si può dire che l’Acadé non inizia col piede giusto l’anno. Come Al Cilindro.

Il pareggio con il sempre temibile Atletico Tucuman smorzava l’entusiasmo ad Avellaneda. È la prima partita, ci vorrà tempo per capire e realizzare le nuove disposizioni tattiche.. quello che purtroppo manca ai tifosi Racing.


22 pt. Independiente: La partita contro il Boca dice sostanzialmente due cose. Che quando vuole el Rojo può essere una squadra temibile e organizzata; l’altra realtà è che non riesce approfittare dei regali altri (uomo in più dal 24’) ma anzi riesce a complicare la vita da solo con Pablo Perez che perde la testa (e non è la prima volta). Ora il destino di PP8 è appeso ad un filo, il presidente Moyano se ne vorrebbe liberare. Troppo discontinuo e anzi anello debole a livello caratteriale della squadra. Quello che di positivo emerge da questa trasferta è la conduzione tecnica. Pusineri fin qui si è dimostrato preparato e soprattutto tifoso. Ci tiene per primo lui a far bene mettendoci sempre la faccia.

Leggi anche: ‘ Al Libertadores de America ’ la pagina del tifoso Independiente.


La panchina di Maradona: Il pareggio contro Heinze fa guadagnare qualche punto al Lobo in chiave salvezza. Considerando che verranno calcolati anche i risultati della prima fase della Copa de la Superliga, e apprezzando anche i nuovi acquisti (Broun, Goltz, Barrios e Cuadra) il cielo sopra la Plata appare un poco meno coperto. La speranza è l’ultima a morire. Quella di Maradona, poi è incalcolabile.


Il top : il River. Vince ancora la Banda dopo settimana scorsa. Primo e único puntero!

Il flop: Argentinos Junios. Si è arrabbiato molto Dabove della prestazione della squadra. E alla prossima arriva il Racing..

Extra: Il debutto di Mascherano è stato un vero e proprio evento nell’Estudiantes. Arriva un Jefe, con esperienza da vendere, ma ancora con tanta voglia di giocare. Nelle prossime ore dovrebbe aggiungersi nel plantel pincha anche Marcos Rojo, difensore del Manchester United, voglioso di giocare per guadagnarsi la Copa America, quest’anno organizzata in Argentina. Con la benedizione di Veron e di Scaloni.


calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.