0 4 minuti 9 mesi

Un volo di quindici metri e il dramma improvvisamente si consuma al Monumental. Doveva essere un’altra giornata di festa per i tifosi millonarios, si è invece trasformato in tragedia il pomeriggio calcistico nella curva più calda dell’iconico stadio.

È stato identificato il tifoso precipitato dalla popular Sivori alta; si tratta di Pablo Marcelo Serrano, 53 enne, socio attivo river da novembre 2022 e affiliato alla gruppo di tifosi Morón. Arrivato allo stadio con la figlia 15enne, padre e ragazzina si sarebbero divisi all’entrata dell’impianto accompagnati dai rispettivi gruppi di amici.

DRAMMA. Le 15 e 15 e succede l’irreparabile. Serrano, che con il suo gruppo occupa la Sivori alta, precipita di sotto impattando violentemente nei gradoni della popular baja e muore sul colpo. Un botto improvviso, come un’esplosione, dichiareranno poi i tifosi intervistati dei media. Subito si richiama l’attenzione delle autorità ma l’arrivo tempestivo delle squadre mediche e paramediche non potranno che constatare il decesso già avvenuto. Troppo grave il trauma cranico, Pablo Marcelo all’arrivo dei soccorsi è già spirato. L’arbitro Mastrangelo sospende temporaneamente la gara dopo che i cori dei tifosi arrivano sul campo: ‘Sospendi la partita, la puta que te parió‘. Dopo un confronto con i delegati della Liga, l’arbitro chiude definitivamente la contesa dopo anche il pubblico conoscimento della morte del tifoso. Lo speaker dell’autoparlante avvisa della decisione il popolo millonario che lentamente e in silenzio abbandona gli spalti.

Sul posto arriva la polizia che con un piccolo gazebo nasconde e circoscrive i resti del povero Pablo Marcelo. La procuratrice Celsa Ramírez, incaricata del caso, ordina l’autopsia per un più dettagliato quadro clinico. Sono infatti due le piste battute al vaglio degli inquirenti, l’incidente e il suicidio.

La figlia intanto, viene soccorsa da amici e personale sanitario dopo l’apprendimento dell’accaduto. È compresibilmente provata e le immagini della sua disperazione vengono ‘rubate‘ e diffuse da una troupe di una televisione locale. Si crea del trambusto attorno ai cameramen e inviati in questione, accusati di ‘sciacallaggio televisivo‘ da parte dei tifosi. Vengono allontanati con minacce e insulti, mentre i giornalisti invocano la presenza delle forze dell’ordine per esercitare il proprio lavoro sulla strada.

COMUNICATO RIVER. Da parte River esce una nota stampa: “Un tifoso è caduto dalla tribuna ‘Sivori Alta’ ed è morto sul colpo. Sul luogo dell’incidente sono immediatamente giunti i servizi medici, così come la polizia e le varie autorità di sicurezza”, si legge nel comunicato del club poche ore dopo l’accaduto. La tribuna Sivori Alta non era al pieno della sua capienza. La caduta non è stata causata dell’intervento di altre persone e si è riscontrato che non vi è stata alcuna situazione di violenza che abbia influito sulla caduta. Dopo 30 minuti, lo stadio è stato completamente evacuato. In questo giorno di profonda tristezza, il River Plate accompagna la famiglia e i cari di Pablo Marcelo Serrano, socio e tifoso del Club, scomparso durante la partita di questo pomeriggio. A seguito della morte del tifoso il River Plate ha decretato una giornata di lutto con la bandiera a mezz’asta. Durante la giornata di domenica le attività del club saranno ridotte al minimo indispensabile”.

L’impianto ora sarà sottoposto a sequestro per 24 ore dalle autorità per le investigazioni del caso, poi si inizierà a pensare alla prossima sfida da ‘dentro o fuori’ contro il Fluminense di Copa Libertadores. Il futbol inevitabilmente va avanti. Ora, anche nel nome di Pablo Marcelo Serrano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores