0 3 minuti 1 settimana

Nella vigilia del debutto mondiale ha parlato Leo Messi nella classica conferenza pre partita. Le sue condizioni fisiche al centro dell’interesse mediatico dopo gli allenamenti differenziati degli ultimi giorni e dopo la foto che ha fatto preoccupare mezza Argentina. E poi, la conferma che questo sarà l’ultimo mundial della sua carriera.

MESSI: “Mi sento molto bene fisicamente. Arrivo in un grande momento sia a livello personale che fisico dato che non ho nessun problema. Ho sentito dire che mi sono allenato diversamente o che ho preso una botta, ma è tutto sotto controllo”.

MONDIALE. “Il mondiale arriva in un momento diverso rispetto al normale e noi di conseguenza ci dobbiamo adattare. Dobbiamo giocare molte partite in poco tempo, sapevamo che sarebbe stato così. Siamo preparati, siamo arrivati ​​bene. È sempre speciale giocare un Coppa del Mondo. Mi sono sentito a mio agio quando ho giocato di più e ho avuto minuti sulle gambe. Probabilmente è il mio ultimo Mondiale, ma non per questo motivo ho fatto qualcosa di speciale”.

Vs. ARABIA. “Questo gruppo è cresciuto partita dopo partita e questo si riflette sul campo. Domani ci aspettiamo una partita difficile, ma giocheremo come abbiamo fatto, cercando di gestire la partita dall’inizio e rispettando il rivale”.

RISPETTO A RUSSIA 2018. “Non so se siamo migliorati, ma è chiaro che veniamo dalle recenti vittorie e per questo c’è forse meno pressione. I tifosi si devono godere il momento attuale della Selección. Questo gruppo mi ricorda molto quello del 2014 che era molto unito e aveva le idee chiare su quello che stava facendo in campo”.

CARRIERA. “Sono molto emozionato per questo nuovo inizio di Coppa del Mondo. Sono contento che molte persone che non sono argentine vogliano che io sia campione. Ho sempre detto che sono grato per l’amore che ho ricevuto durante la mia carriera. Quando inizierà la partita, tutti vorranno fare il meglio possibile per la propria nazionale. Noi cercheremo di giocare la partita migliore per ottenere i tre punti. Non so se è il momento più felice della mia carriera, sono a un’età diversa e più matura. Oggi mi diverto molto di più rispetto a prima perchè forse sono più maturo.”

PROVARCI. “Ciò che mi fa andare avanti è la ilusión, il desiderio e il volere sempre di più. Bisogna sempre provarci, qualunque cosa sia e volere sempre di più. Non sappiamo se giocheremo insieme un’altra Coppa del Mondo, dico ai miei compagni che si godano al massimo l’esperienza, i tifosi e la partita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores