0 4 minuti 5 mesi

Nonostante l’assoluto predominio territoriale l’equipo di Battaglia non riesce a segnare nei minuti regolamentari e si vede superare dai brasiliani ai calci di rigore. Protagonista assoluto Dario Benedetto, ma in negativo: il Pipa sbaglia due rigori determinanti.

Clamorose le notizie che arrivano nella notte da Buenos Aires. Si consuma il dramma alla Bombonera con il Boca Juniors che perde ai rigori contro il Corinthians e saluta anzitempo la Copa Libertadores. Fatali i rigori dal dischetto di Villa, Benedetto e Ramirez. Il Corinthians accede ai quarti di finale della competizione grazie ai regali bosteros.

PARTITA. Il primo tempo ha due denominatori comuni: le corsie laterali e Dario Benedetto. Si sviluppa infatti su entrambe le fasce il gioco di Battaglia, sulla destra con il Changuito Zeballos e sulla sinistra e con la coppia Fabra-Villa che mettono pressione alla difesa brasiliana. Come da copione, il Boca prende in mano il pallino del gioco e crea il primo pericolo con Villa che ‘spara’ sul portiere Cassio. Qualche minuto dopo, a seguito di una discesa sul fondo di Zeballos, Benedetto pecca di precisione mancando la deviazione sottomisura.

Ma è al 27′ che potrebbe svoltare la partita. Dopo un calcio di punizione di Villa, il difensore centrale Gustavo rifila un ‘codazo‘ sul volto di Pol Fernandez, che determina l’assegnazione del calcio di rigore dopo revisione Var. El Pipa si incarica della battuta ma clamorosamente spedisce sul palo a Cassio battuto. Grande rammarico per i 50.000 della Bombonera, la gara rimane ancora in equilibrio.

Benedetto si incarica del tiro, spiazza Cassio ma prende il palo.

Nella ripresa il Corinthians si rintana nella sua metà campo con l’obiettivo, neanche troppo nascosto, di giocarsi una chance ai rigori. Il Boca intensifica la pressione e cerca di sfondare sulla destra: è difatti ancora sull’asse Villa-Benedetto che arriva la prima e unica occasione del secondo tempo, col colombiano che verticalizza ottimamente e l’attaccante, non propriamente in serata di grazia, che spreca nuovamente con Cassio in uscita. Nonostante l’assoluto predominio dei padroni di casa, il Xeneize cala vistosamente in termini fisici e mentali e la gara si trascina fino al novantacinquesimo, con i conseguenti calci di rigori.

Iniziano le palpitazioni per gli xeneizes, che vedono prima fallire Villa ma poi parare lo specialista Rossi per ben due volte consecutive. Sale la fiducia ma sarà ancora Benedetto a smorzarla, fallendo malamente (tiro nella Doce) il quinto rigore decisivo. Incredulità collettiva, ma si continua. Il Timao prende al balzo la situazione e inanella quattro penales consecutivi mentre il Boca sbaglia ancora con Ramirez. Non basta neanche il pararigori Rossi: il Boca Juniors viene eliminato dalla Copa Libertadores.

Il secondo rigore sbagliato della serata di Benedetto

Il Xeneize esce dal torneo dopo l’indolore andata a San Paolo e il totale predominio nel ritorno. Prosegue così la maledizione che vede la squadra di Riquelme eliminata ai calci di rigore, negli ottavi di finale, da una brasiliana, per il secondo anno consecutivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores