0 3 minuti 5 mesi

Passo falso del River Plate che nella notte inciampa contro l’Union. A Santa Fé è delirio per i tre punti inaspettati. Pitana ancora una volta determinante.

Ci si aspettava di più dal River di Gallardo nonostante le condizioni fisiche precarie e l’incertezza della prima partita ufficiale del 2022. E’ stato invece il Tatengue del nuovo allenatore uruguayo Munúa che ha sorpreso tutti, giocando novanta minuti pressochè perfetti e meritando la vittoria. Ma è stata anche partita dei veleni, per alcune controverse decisioni arbitrali. A fine gara sarà lo stesso Dt River a montare la polemica, per il gol che di fatto deciderà la gara.

PARTITA. Gallardo fa debuttare i nuovi acquisti Elias Gómez e Juanfer Quintero dal 1′. Ma non riusciranno a brillare di luce propria, come del resto apparirà nella stessa condizione tutto il Millonario. Dopo una rapida combinazione tra Álvarez e De la Cruz, il River di colpo si spegne. Inizia allora il pressing pressing infernale dei padroni di casa che non daranno tregua per tutta la partita a Enzo Pérez e compagni.

Ci vorranno però le emozioni della ripresa per ‘sbloccare lapartita. Minuto 13′. Il volante Nardoni, dopo un triangolo con Diale, entra in area, impattando con il portiere Armani. Quest’ultimo prima prende palla e poi travolge il giocatore, ma per l’arbitro Pitana non ci sono dubbi: è penal. Lo stadio esplode di entusiasmo mentre el Muñeco appare nella sua area tecnica immobile, come una statua di sale. Sarà Luna Diale a trasformare nella bolgia più totale del 15 de Abril.

La Banda prova a reagire ma la manovra appare sterile e imprecisa. Anzi è l’Unión che prende coraggio e diventa ancor più padrone del gioco, riducendo gli spazi e approffittando degli errori difensivi. Non basteranno gli ingressi in campo di Barco, Romero, Pochettino, Paradela per far cambiare l’esito della gara, terminerà con l’inaspettata vittoria interna del Tate.

Prima sconfitta che di colpo fa tornare alla realtà il Dream team di Gallardo. Di carattere invece la prestazione del Unión, che sorprende anche gli addetti ai lavori: vincere contro il River più vincente della storia non accade tutti i giorni.


calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.