0 3 minuti 8 mesi

Dopo le indiscrezioni delle settimane scorse, c’è finalmente l’ufficialità definitiva. Argentia-Bolivia in programma giovedì notte sarà la prima partita che riabbraccerà i tifosi sugli spalti.

Si cerca di tornare alla normalità dopo i fattacci di domenica sera. Dopo la sospensione della partita col Brasile la delegazione argentina mette nel mirino la prossima sfida eliminatoria mondiale contro la Bolivia in casa. E a far dimenticare le recenti polemiche e vergogne ci penserà il pubblico al Monumental, che ritornerà presente in occasione di Argentina-Bolivia.

La Federazione argentina ieri ha reso noto le modalità che permetteranno l’afflusso di spettatori per il ritorno allo stadio, dopo quasi un anno e mezzo di divieto per causa COVID. E’ stato redatto un protocollo sanitario per la corretta modalità di ingresso all’impianto. Non saranno richiesti nè tamponi nè green pass, solo tanto senso di responsabilità.

Tutti coloro che parteciperanno all’evento dovranno presentare all’ingresso l’autocertificazione digitale presente sull’applicazione Cuid.AR. Si tratta di una certificazione intesa come documento legale, perseguibile penalmente in caso di falso. E poi, mascherina e distanziamento sociale.

A seguire, le condizioni fondamentali per l’ingresso allo stadio:

  • Uso permanente e corretto della mascherina, che dovrà coprire naso, bocca e mento, sia all’interno dello stadio che nelle sue immediate vicinanze, una volta che la persona si trova nell’area delimitata dagli anelli di controllo.
  • Si potrà entrare con salviette igienizzanti usa e getta, ma sarà vietato l’ingresso di soluzioni a base alcolica nei loro abituali contenitori.
  • Persone o gruppi di persone (massimo 5) dovranno rispettare il distanziamento sociale all’interno dello stadio. Una volta sistemati nei posti assegnati, sarà chiesto loro di attendere seduti per l’inizio dell’incontro, di rimanere seduti durante lo svolgimento della partita e di ridurre al minimo i casi di spostamento, essendo subordinati all’ingresso ai servizi igienici, come nonché all’ingresso e all’uscita dello Stadio.
  • La capienza delle tribune dello stadio sarà un massimo del 30% (17.000 persone al Monumental).
  • Ai punti di ingresso dovranno essere presentati l’applicazione CUIDAR, il il documento di identità e il biglietto per poter accedere all’impianto.
  • Presso i diversi punti di accesso, principalmente quelli presenti nello stadio, sarà presente personale di sicurezza con dispositivi per soluzioni igienizzanti che consentono l’igiene delle mani.

Queste le regole essenziali per la ‘prova pilota’ che decreterà finalmente il ritorno di tifosi negli spalti. Successivamente saranno tratte conclusioni da parte del ministero della Salute e dello Sport e sarà valutata la reale fattibilità della decisione. Se la ‘prova pilota’ si dimostrerà un successo, il decreto di ripopolare gli stadi si estenderà anche agli impianti di Primera Division, per un ritorno alla normalità, che si spera possa essere graduale e definitivo.


calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Libertadores