0 4 minuti 1 anno

Clima al settimo cielo in sala stampa a Brasilia per le voci dei protagonisti del dopo Uruguay. Iniezione di fiducia importante in vista dei prossimi impegni.

Immagine

E’ più rilassato in volto Lionel Scaloni rispetto alla vigilia. La sua squadra ha giocato una delle più belle partite sotto sua gestione. E lui naturalmente è visibilmente soddisfatto. “Questa vittoria ci lascia tranquilli perché la squadra ha giocato bene contro un grande rivale. Oggi meritavamo di vincere. A dir la verità anche nelle partite precedenti ma non ci siamo riusciti per piccoli dettagli. Oggi abbiamo conquistato i tre punti con più rabbia, siamo stati bravi in ​​tutte le sfaccettature, anche per i giocatori che sono subentrati. Tutti i giocatori sono importanti, anche quelli che giocano poco. Dico sempre che tutti i giocatori della rosa sono qui per giocare, mi fa molto piacere vedere che chi entra in campo dà il massimo delle sue capacità. Questo fa molto bene alla Nazionale. Ad esempio Guido (Rodríguez), è da un pò che sta con noi, oggi ha avuto la sua occasione e l’ha sfruttata molto bene”.

Immagine

Protagonista della serata è stato ‘el cuti’ Cristian Romero, al rientro in squadra dopo il recento fastidio muscolare e stanotte marcatore nientemeno di Edinson Cavani. “Sono felice perché era molto importante vincere e ci siamo riusciti. Quando ci sono giocatori che ti aiutano ad inserirti nello spogliatoio diventa molto più facile per te giocare. Tutti sanno che tipo di giocatori ci sono in Nazionale, ho trovato un gruppo fantastico. Io sono tranquillo e faccio del mio meglio, consapevole della responsabilità che dà questa maglia. Ora guardiamo partita per partita, abbiamo una grande squadra e dipende da noi”.

Immagine

Anche Rodrigo De Paul è stato fondamentale stanotte, della serata, come lo è stata del resto tutta la squadra. Ecco le sue parole, a dir la verità, un pò al vetriolo: “Siamo felici. Abbiamo meritato la vittoria, la stavamo cercando da tanto. Anche quando non arrivava, siamo stati superiori agli avversari ma abbiamo pagato oltremisura i nostri errori. Giochiamo nella Seleccion Argentina, per noi il top al mondo. Vogliamo migliorare e vincere, accettiamo le critiche purché siano costruttive. È tempo che gli argentini stiano tutti insieme e tifino dalla stessa parte, sono tutti gli argentini che vogliono vincere la Coppa. Nel secondo tempo ci siamo un pò smarriti, a volte è normale non giocare con la stessa intensità nei 90′. Ma oggi praticamente non hanno mai tirato in porta.”

Ángel Di María

E’ il turno di Angel Di Maria, uno dei veterani del gruppo, subentrato al 70′ al posto di Nico Gonzalez, ma entrato con l’atteggiamento giusto. “L’Argentina è sempre una seria candidata al titolo, ma il Brasile gioca in casa e sta facendo molto bene. Cercheremo di realizzare il sogno che abbiamo, ma dobbiamo andare per gradi, partita per partita, poi tireremo le somme. Lavoriamo duro per questo”.

E’ diventato ora davvero nsostituibile Emiliano Martinez, autore anche contro la Celeste di una buonissima prova. Che ha idee abbastanza chiare: “Siamo qui per vincere la Coppa, non abbiamo paura di nessuno. Abbiamo i migliori giocatori al mondo e abbiamo un allenatore che ha sempre un’idea per noi, Mi piace questo gruppo determinato, dove chi subentra vuole fare le cose bene”.

E infine il capitano, Leo Messi , che non ha parlato davanti ai microfoni, ma si è fatto capire molto bene attraverso i social.. Vamos Argentina Carajoo!!

Immagine

calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores