0 2 minuti 1 anno

A giugno inizia la Copa America. C’è la conferma dalla confederazione del sudamerica ..con una svolta clamorosa.

Novità importanti sono scaturite da Gonzalo Belloso, vice segretario generale Conmebol per il calcio e direttore dello sviluppo, nel corso dell’intervista rilasciata ieri a Radio La Red. Il dirigente ha confermato il regolare svolgimento della Copa America 2021 dopo lo slittamento inevitabile dell’anno scorso.

Con il COVID ancora minaccia dell’umanità, Belloso ha sottolineato la totale collaborazione di Conmebol con i governi di Argentina e Colombia in materia di leggi e protocolli sanitari. “Faremo sempre riferimento a ciò che dicono le autorità sanitarie dei Paesi ospitanti” ha detto il vicepresidente.

Novità importanti si diceva prima, con qualche cambiamento riguardante le squadre precedentemente invitate. “Avevamo invitato Qatar e Australia a giocare la Copa America, ma l’AFC (la UEFA asiatica ndr) ha programmato le qualificazioni ai Mondiali in quelle stesse date, quindi queste nazionali non saranno presenti”. Sarà dunque un affare che riguarderà solamente le selecciones del subcontinente la conquista della Copa America 2021, quest’anno con sede in Argentina e Colombia.

Ma la notizia più importante arriva poco dopo: “L’idea è quella che si possa giocare con una percentuale del pubblico negli stadi. Si sta studiando per abilitare il 30% della capienza dello stadio a un pubblico con tampone negativo o che si sia sottoposto a vaccinazione.”

Dichiarazione importante, che apre inevitabilmente nuovi scenari di apertura anche per competizioni nazionali. Il ‘tampone negativo’ potrebbe essere la chiave per tornare ad assistere match in totale sicurezza, oltre che al pubblico vaccinato, prossima frontiera per una normalizzazione verso la vita normale.

Appuntamento quindi all’11 di giugno al Monumental per la partita inaugurale Argentina-Cile, sperando davvero che sia l’occasione per rivedere tifosi con bandiere e colori nella ‘cancha de futbol‘.


calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.