0 8 minuti 2 anni

Copa Libertadores

Racing Club vs Boca Juniors – Andata quarti di finale – mercoledì notte 01:30 – Diretta Dazn

Racing Club

“Ancora una volta le decisioni dell’arbitro ci hanno danneggiato. La verità è che sono turbato e molto a disagio. Mi sono stancato di essere politicamente corretto, non voglio più tacere. Con o senza VAR ci danneggiano, sempre. Quando sbagliamo noi ci buttano fuori, quando sbagliano gli altri non succede niente”. Questo il duro sfogo di Beccacece al termine della partita di Copa Maradona di venerdì scorso, con riferimento al gol decisivo del Velez segnato al 90’ in presunto fuorigioco. E dire che l’Academia in quel la gara era passata in vantaggio con el pibe Thiago Banega che a due passi sfruttava la papera clamorosa del portiere Dominguez e infilava in rete. Il Racing all’Amalfitani scendeva in campo con i pibes per preservare i titolari in vista dell’impegno Libertadores, appena due settimane dopo aver vissuto al Maracaná la serata perfetta: eliminare il Flamengo, detentore della coppa. È questa la forza interiore dell’Academia che aleggia in questo periodo ad Avellaneda, la convinzione di giocarcela alla pari e non essere inferiori a nessuno.

Calmate le acque di Liniers, si tornava al predio ‘Tita Matiussi’ con le ultime rifiniture prima del clasico di Libertadores, con una notizia rassicurante: tutta la squadra risultava negativa ai tamponi anti Coronavirus. Rimanevano però ancora indisponibili alla lista di Beccacece Mauricio Martínez e Marcelo Díaz, ancora in riabilitazione dopo le recenti operazioni chirurgiche. Sarà presente il capitano Licha Lopez, desideroso di rompere il maleficio dell’anno orrible: ancora nessun gol nel 2020. La Libertadores rimane attualmente l’unico obiettivo del semestre per l’Acade dopo la recente eliminazione dalla fase principale del torneo argentino. “Noi non siamo i favoriti, non ci ruberanno il sogno, giocheremo con i nostri cuori” dice il Becca. Sognare dopo Maracanà, non è affatto proibito.

Difficoltà ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️


Boca Juniors

Immagine

Attraversa un periodo delicato Il Boca Juniors che ultimamente fatica e non poco per tornare competitivo e determinato come quello osservato fino a poco tempo fa. È dalla trasferta di Porto Alegre che si è inceppato qualcosa nei grandi ingranaggi de la bokita, col rischio di rovinare quanto di buono costruito fin qui. Si son sudate sette camicie e si è sfiorata l’eliminazione nel ritorno contro l’Internacional e dire che doveva essere una partita di pura amministrazione, data la vittoria e la prova di carattere in Brasile. Lì è scattato l’allarme generale. Il turnover, gli infortuni, la forma fisica, il Var, tutte variabili probabilmente decisive per spiegare l’attuale momento. Includeremo anche la tragica scomparsa di Maradona per quanto riguarda Carlitos Tevez, distrutto più degli altri dall’improvvisa nefasta notizia. In Copa Maradona di sabato, dopo il gol del vantaggio del pulpo Gonzalez il Boca si spegneva di nuovo, con l’Arsenal de Sarandí che diventava autentico padrone della Bombonera. Decisamente troppo.

Al Cilindro Miguel Russo avrà disposizione la formazione migliore tranne che per Wanchope Abila, out per infortunio. Il Dt in conferenza, ha confermato il momento difficile, non usando troppi giri di parole: “Non siamo più il Boca di 15 giorni fa. Dobbiamo migliorare e giocare meglio contro il Racing” ha detto l’entrenador, con un pensiero rivolto al Var spesso non usato in maniera corretta, a danno del Boca. “Non devo pensare che il mio rivale sia il VAR. Non dobbiamo battere il VAR. Sono situazioni e criteri che si possono verificare, cerchiamo di giocare senza VAR nella testa”. Questa la previa per un Clasico di Copa che si preannuncia elettrizzante da vivere appieno. Appuntamento a mercoledì notte per una sfida che si preannuncia più equilibrata che mai.

Difficoltà ⭐️⭐️⭐️⭐️


Nacional vs River Plate – Ritorno quarti finale (Andata 0-2) – Giovedì notte 01:30Diretta Dazn

Se il Boca cerca di non piangere il River attualmente non se la ride. Anche la Banda sta attraversando un periodo di appannamento nonostante le ultime vittorie. Domenica, in vantaggio con Alvarez su rigore, si lasciava raggiungere dall’Argentinos che approfittava di una ‘falla’ in difesa. È la lentezza di manovra, la difficoltà di saltare l’avversario che più cruccia Gallardo. Nonostante questo, negli ultimi tempi si è fatto notare un elemento estremamente prezioso, per l’11 del Millo, Jorge Carrascal. Sarà lui il sostituto del Nacho Fernandez, infortunatosi e non disponibile col Nacional? La serie per approdare in semifinale sembra abbastanza scontata, col River che andrà a Montevideo in vantaggio di due gol. È il passaggio turno che conta, come risultato in sè e come scintilla per ricaricare la squadra di entusiasmo, elemento necessario per le imprese future. Difficoltà ⭐️⭐️

Copa Sudamericana


U. Católica vs VelezRitorno quarti finale (andata 2-1)Martedì notte 01:30Diretta Dazn

Immagine

Ritorno molto complicato per il Velez che dovrà compiere un’assoluta impresa per passare il turno. E a Santiago del Cile. La sconfitta dell’andata ha lasciato mugugni tra i tifosi, ma c’è ancora la speranza di riuscire a dar vuelta alla serie, magari credendoci come in campionato, riuscendo a ripetere la remontada contro il Racing. Un dubbio e abbastanza importante ha per la testa il Dt Pellegrino. Thiago Almada è in forse dopo la molestia muscolare che ha avvertito nel secondo tempo di venerdì notte. Il giocatore si è allenato in maniera differenziata ma è stato regolarmente convocato. Si deciderà il giorno stesso se scenderà in campo. Più certe, purtroppo, le notizie riguardanti le condizioni fisiche del portiere Dominguez, vittima di una frattura del pollice alla mano sinistra. Al suo posto giocherà il secondo Borgogno. L’impresa si fa ancora più ardua. Difficoltà: ⭐️⭐️⭐️⭐️


Defensa y Justicia vs BahíaRitorno quarti finale (andata 3-2) – Mercoledì 23:15 Diretta Dazn

Le ultime partite dell’Halcon ci hanno detto fondamentalmente una cosa: il Defensa è tornato tra noi dopo 10 giorni di apatia tattica e di preoccupante sbandamento. È stata proprio la gara di andata col Bahia che ha riequilibrato la bilancia, riuscendo a farci vedere finalmente la una sorta di reset tattico con una manovra offensiva degna di tal nome, caratteristica madre dell’equipo di Hernán Crespo. Contro il Bahia sarà complicato controllare la gara: si proverà a pungere di contropiede o si gestirà la palla? “Abbiamo un’identità e uno stile di gioco che ci hanno portato qui. E non lo cambieremo. Abbiamo conseguito un buon risultato all’andata e ora la questione va chiusa, con grande maturità, coraggio e serenità. Sappiamo che ci possiamo giocare qualcosa di importante” dice el Valdanito. L’obiettivo è dunque rimanere nella storia. Difficoltà: ⭐️⭐️⭐️


Independiente vs LanúsRitorno quarti finale (andata 0-0) – Giovedi 23:15 – Diretta Dazn

Ancora tutta da scrivere la storia in Sudamericana tra Independiente e Lanús dopo la 0-0 dell’andata. Arrivano notizie positive da Avellaneda con il recupero del bomber Silvio Romero ma anche quelle meno belle con l’infortunio del centrale Alan Franco e l’indisponibilità di Lucas Romero. Da parte Lanus c’è il recupero di Lautaro Acosta e del giovane attaccante Orsini, già alla quinta marcatura stagionale. Zubeldia ha dalla sua il fattore del gol in trasferta con il granate sempre in gol (tranne che all’andata) dalla ripresa del futbol dopo il lockdown. Sarà sfida tra i due bomber, da un lato il capocannoniere Romero, dall’altro l’eterno Sand: Difficoltà ⭐️⭐️⭐️⭐️


calcioargentino.it

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è cropped-cropped-filigrana-1-1.png

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores