0 6 minuti 1 mese

Nel caratteristico doppio crocevia Capital/Avellaneda la spunta il Boca che ha la meglio di un buon Racing. Pari tra Independiente e River Plate, mentre il San Lorenzo pareggia. Ecco il decimo turno della Copa de la Liga vista dalle Cinco Grandes de Argentina.

10^ Giornata

Independiente-River 1-1

Dopo le accuse frontali di Carlos Tévez post-Barracas nuove polemiche arbitrali investono il Rojo nella gara contro il River. Ma andiamo con ordine. L’Independiente non riesce tornare al successo ma contro il Millonario si leva la soddisfazione di giocare la sua miglior partita dell’anno. Succede che l’attaccante paraguayo Avalos si leva la soddisfazione di timbrare il primo centro dopo ben 10 tentativi e di diventare l’uomo copertina dell’intera settimana. È su di lui infatti che Gonzalez Pirez commette il presunto fallo che gridare a tutto il Libertadores de America il mancato rigore e la nuova ingiustizia ai danni del Diablo. Ma questa volta l’Apache non cade nella trappola e si trattiene nelle dichiarazioni post match. “La questione dell’arbitraggio si è ripresentata in un episodio ma questo è tutto, non dirò altro. Oggi sono contento della squadra che ha dimostrato sul campo di non essere sul campo inferiore a questo River. Abbiamo interpretato al meglio la partita sotto tutti i punti di vista ed è per questo che oggi posso dire di essere felice”.

Al contrario, si avverte la delusione da parte millonarias. Il River non gioca bene neanche ad Avellaneda, e se non fosse per l’ennesimo gol della ‘sentenza’ Borja (con annessa deviazione decisiva) o per la clemenza arbitrale, forse staremmo parlando di altro. Nonostante la vetta nel Gruppo A, il tecnico Demichelis non si presenta in conferenza preferendo il silenzio stampa – secondo i giornalisti partidarios – al fine di preparare al meglio la finale di Supercopa argentina contro l’Estudiantes. Ma i cinque pareggi nelle ultime sei partite iniziano a pesare nell’economia delle aspettative stagionali dei tifosi. Senza dubbio, il confronto contro il Pincha di La Plata si annuncia come nuovo esame di maturità del, fin qui non troppo convincente, congiunto riverplatense.

Boca Juniors- Racing Club 4-2

Un Boca cosí ancora non l’avevamo ancora visto. Impattante nell’atteggiamento fin dai primi minuti; di carattere nel recuperare il risultato e concentrato fino alla fine per ottenere quella vittoria che permette – forse – di ‘dar vuelta’ al semestre. Il recibimiento della Bombonera nel Clásico contro il Racing è da brividi, come il primo gol di Luca Blondel che trafigge imparabilmente Arias o come la frustata di testa di Cavani che certifica che il Matador segna solo in casa. “È stata una prova di carattere, contro un avversario che ha una vocazione offensiva”, dichiara i Dt xeneize Diego Martinez. “Abbiamo generato situazioni più chiare rispetto al Racing, ma in generale è stata una partita equilibrata. La squadra può dare di più di quanto fatto vedere finora. La nostra sfida è proprio questa: riuscire a essere più continui con questo carattere e determinazione”.

Il Racing si illude ma poi si lecca le ferite. Il pareggio di Quintero (alla Bombonera…) e il provvisorio vantaggio del sempre presente Maravilla Martinez danno la percezione di questo Racing Club, devastante come poche squadre a livello offensivo ma mancante ancora di personalità nei momenti decisivi della partita. Dello stesso avviso il tecnico Gustavo Costas, che si rammarica nonostante una prestazione ‘gagliarda’ della squadra: “Nel primo tempo sembrava che giocassimo in casa. Loro erano mezzi morti ma non gli abbiamo dato il colpo di grazia. Quando il tuo avversario, è alle corde, devi ucciderlo, sportivamente parlando. Gli abbiamo ridato la vita. Anche i loro tifosi, a un certo punto, si sono azzittiti…”

Platense-San Lorenzo 0-0

Poco o niente nella notte di Vicente Lopez. Tra la necessità di conquistare punti preziosi per risalire in classifica Platense e San Lorenzo danno vita a uno spettacolo di poche emozioni. A tener banco purtroppo è il grave infortunio di Gastón Hernández la cui diagnosi, dopo i controlli diagnostici del caso, fa tremare i polsi: rottura del legamento crociato del ginocchio destro, identica lesione di quasi tre anni fa quando militava in prestito al San Martín de San Juan. Lacrime per il difensore all’uscita dal campo e tegola non indifferente per la squadra del Gallego Insúa: Gastón infatti si era ritagliato la titolarità indiscussa grazie a prestazioni maiuscole e… ai salvataggi sulla linea a dir poco provvidenziali.

Le Altre

Il Defensa y Justicia torna alla vittoria, grazie alla ritrovata verve realizzativa di Nico UvitaFernandez. Esulta la piccola Florencio Varela

Tripletta di Girotti, doppio assist di Sosa e un Ruben Botta di nuovo spettacolare: si può riassumere così il 4-2 inflitto al malcapiatato Atletico Tucumán.

Un Lanús ‘da combattimento’ espugna Tigre e scavalca in classifica l’Estudiantes. La squadra di Zielinski sta dimostrando carattere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores