0 2 minuti 9 mesi

Nuovo successo per la nazionale argentina, che nella notte a Buenos Aires batte il Paraguay per 1-0 nella terza giornata delle Eliminatorias mondiali verso Stati Uniti/Canada/Messico 2026. Decisivo il gol in avvio di partita del capitano Otamendi, che al volo trafigge il portiere Coronel per il suo quinto gol con i colori albicelestes.

Scaloni trasforma la Selección per l’occasione, con Messi che parte dalla panchina e in attacco la coppia inedita Lautaro-Alvarez, intraprendente e pericolosa nel primo tempo. Manca il ‘tuttofare’ Di Maria ma non si nota molto, grazie anche all’esemplare lavoro MacAllister che si prende la cabina di regia e muove sapientemente i fili della Scaloneta. Nonostante il vantaggio immediato, la nazionale continua la sua azione offensiva tra il calore del Más Monumental, rendendosi pericolosa con Nico González e Rodrigo De Paul, quest’ultimo sfortunato per il palo colpito da ottima posizione.

Nella ripresa ecco Messi che sostituisce Julian Alvarez e fa alzare in piedi gli 86.000 presenti. L’Argentina domina la partita ma l’Albirroja ha un’occasione importante, non sfruttata dall’attaccante del Talleres, Ramon Sosa, che calcia a lato a tu per tu con ‘el Dibu’ Martinez. Episodio deplorevole al all’84’ quando l’attaccante Sanabria sputa alle spalle di Messi; episodio sfuggito all’attenzione dell’arbitro e del VAR. Il palo clamoroso del Diez su punizione nel finale fa sussultare il Monumental, ma arriverà lo stesso la gioia al triplice fischio finale: l’Argentina ottiene la terza vittoria consecutiva e grazie al pareggio tra Brasile e Venezuela sale solitaria in classifica del gruppo sudamericano. Prossimo impegno, contro il Perú tra tre giorni a Lima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores