0 2 minuti 1 mese

Da stanotte è ufficiale: Juan Román Riquelme si candiderà per le presidenziali del Boca del prossimo dicembre 2023 con la nuova agrupación da lui fondata denominata ‘Soy Bostero‘. Nella piazza antistante a La Bombonera circa 8.000 tifosi xeneizes hanno partecipato al comizio dove Román ha reso pubblico il nuovo capitolo della sua vita politica.

Il logo dell’agrupación di Riquelme

Presente anche l’attuale presidente, Jorge Ameal, che ha voluto sostenere il progetto dell’Ultimo Diez. “In questi tre anni si è fatto e si è lavorato molto’, ha detto Ameal sul palco, ‘ma secondo un tipo di giornalismo non abbiamo fatto abbastanza. Abbiamo vinto cinque delle ultime sette competizioni. E’ un dato di fatto. Molto si è lavorato e molto si sta facendo per la Bombonera, che ogni giorno diventa più bella. Il club non è una società privata, i proprietari siete voi”.

Applausi scroscianti, ma il delirio generale arriva quando il testimone passa a Riquelme (e non solo in senso figurato). “Qualche anno fa ho detto che eravate matti. Siete davvero tutti matti”, ha esordito el mudo tra il tripudio collettivo. “Nelle prossime elezioni, non ho dubbi che vinceremo insieme. Sono diventato tifoso di questo club grazie a mio padre che mi ha reso un bostero da quando avevo 3 anni. Speriamo di rimanere insieme per molti anni. Vi amo tutti”.

Si compie dunque il primo passo ufficiale di Juan Román Riquelme verso la poltrona più importante del club xeneize, e una domanda inevitabilmente sorge spontanea: chi avrà il coraggio di sfidare l’ultimo Diez nella corsa alla presidenza, che appare palesemente già scritta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores