0 3 minuti 2 mesi

Sono terminari da un pezzo gli aggettivi per descrivere la leggenda Leo Messi, uno dei maggior interpreti del futbol di tutti i tempi, diventato immortale anche in nazionale dopo la conquista del Mondiale in Qatar. Oltre alla tercera estrella e alla Copa tanto desiderata, el Pulga, partita dopo partita, ha disintegrato molteplici record a testimonianza di una Copa del Mundo interpretata in maniera superlativa e sopra le aspettative.

Un vortice di talento, volontà e genialità che ha trascinato l’equipo albilceleste verso la vetta più ambita, conquistata dopo un’attesa spasmodica di 36 anni. Il degno finale di una storia iniziata nel 2006 e conclusasi definitivamente a Doha. Ecco tutti i record mondiali di Lionel Andrés Messi Cuccittini.

LE STATISTICHE. Leo è divenuto il giocatore con più partite disputate in un campionato mondiale (26), superando Lothar Mattheus (25) e quello con più minuti giocati (2314) superando la leggenda Paolo Maldini (2216).

E’ il più giovane della storia ad aver disputato 5 mondiali (35 anni), superando Gianluigi Buffon, fermatosi a 36. Per quanto riguarda la somma tra gol e assist, Messi supera addirittura Pelé (21 a 20) e diventa primate nella speciale classifica della prima marcatura della partita (8), lasciando alle spalle Christian Vieri, David Villa e Ronaldo da Lima, fermi a 6. E’ l’unico giocatore, inoltre, che nei cinque mondiali disputati ha fornito almeno un assist ai compagni.

Per quanto riguarda le statistiche della Selección sempre inerenti ai mundial, Leo diventa leader con più partite giocate (26), e da capitano (19), staccando addirittura il mostro sacro di Diego Maradona (21 e 16 da capitano).

Suo il record anche nelle marcature con l’Albiceleste, 13 realizzazioni contro le 10 di Gabriel Omar Batistuta. Nei premi individuali, Leo non ha confronti, staccando Robben e Cristiano Ronaldo nel premio ‘miglior giocatore del match’ (11 a 6). Addirittura è record anche in un singolo mondiale, con lo stesso premio (MVP) vinto ben 5 volte, battendo sè stesso e Sneijder (4), nelle precedenti Copa del Mundo di Sudafrica 2010 e Brasile 2014.

Concludendo, è il primo giocatore nella storia del Mondiale a segnare in tutte le fasi del torneo (gironi, ottavi, quarti, semifinali, finale) e detiene il maggior numero (2) di ‘palloni d’oro’ come miglior giocatore del torneo.

Un giocatore unico, il più forte in assoluto di tutti i tempi in fatto di continuità in una carriera sempre ad altissimo livello. Un premio, quella dell’ultima Copa del Mundo, assolutamente meritato per il fuoriclasse argentino, in grado di spostare gli equilibri calcistici planetari da quasi 20 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores