1 2 minuti 2 mesi

Nove dicembre duemiladiciotto. Una data indimenticabile per il futból argentino, ancor più per la storia riverplatense. Il River Plate si incorona Campeón de America nella Superfinal Libertadores contro il Boca Juniors e tocca l’apice massimo della gloria conosciuta.

Per celebrare questa data immortale il candidato presidente della scorsa campagna elettorale Carlos Trillo commissiona la statua di bronzo più imponente del mondo con la raffigurazione del trionfante Muñeco Galardo, artefice massimo dell’impresa di Madrid. Appuntamento rinviato l’anno scorso per il sopraggiungere delle elezioni interne, sarà ora di nuovo riprogrammato dopo l’annullamento della cerimonia prevista per venerdì prossimo. E’ stato lo stesso Gallardo a prendersi tale responsabilità, puramente per senso patriottico.

“Uniamoci tutti per sostenere la Nazionale in questo nuovo impegno” ha detto el Muñeco per giustificare la nuova cancellazione. Venerdì 9 dicembre è prevista infatti l’atteso quarto di finale mondiale tra Argentina e Olanda, evento irrinunciabile per qualsiasi sportivo argentino. Da Núñez hanno approvato decisione dell’ex allenatore, apprezzando il supporto per l’Albiceleste, che include, tra l’altro, molti giocatori emersi dalla scuola della Banda.

La Statua, già pronta all’esterno del Munumental, dovrà così aspettare una nuova data per mostrarsi ai tifosi millonarios. Con buona pace di Carlos Trillo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores