0 9 minuti 2 mesi

Terminato anche il turno infrasettimanale, è tempo di guardare cosa è accaduto in Argentina in questi due giorni molto intensi.

Nella 11^ giornata di Copa de la Liga si registrano gli inaspettati passi falsi di River e Boca e le conferme delle capoliste Estudiantes e Racing che prendono il largo. Nuove importanti vittorie anche di Newells e Argentinos che continuano la scalata in classifica. Importanti successi delle sorprese Barracas e Sarmiento che si avvicinano alla ‘zona calda’, mentre perdono terreno Independiente e Defensa. Velez e Rosario Central sempre più alla deriva. Benvenuti un una nuova pazza puntata del calcio argentino.

11^ giornata

Arsenal Barracas0-1
Unión SanLorenzo1-2
Huracán Colón1-1
Estudiantes Tigre2-1
Platense Gimnasia0-3
Sarmiento Defensa YJ2-1
Independiente Aldosivi1-1
Newells Banfield1-0
Vélez Central CBA1-2
Patronato Racing2-3
Talleres River1-0
Lanús RCentral3-1
Boca GodoyC1-1
ATucuman Argentinos2-4

Nel gruppo A prende piede la fuga del Racing che porta a 5 lunghezze il divario con la coppia inseguitrice River e Newell’s. Quarto a sorpresa l’Argentinos Juniors. Nel gruppo B vola in testa l’Estudiantes che approfitta delle ‘incertezze’ di Aldosivi, Tigre e Boca Jrs.

Boca 1-1 Godoy Cruz

Giorni già visti alla Bombonera. Tornano come una maledizione le ore più buie sulla Boquita di Battaglia, investita da un involuzione tattica e di risultati che ora fa davvero preoccupare. I quattro pareggi consecutivi, contro squadre mediocri accendono la miccia della crisi, recentemente vissuta con Russo e Alfaro in panchina. La squadra mentalmente e sportivamente è allo sbando più totale, affidata constantemente alle invenzioni dei singoli. Non c’è traccia di una identità di squadra, da sempre invocata dal più semplice tifoso bostero. Non gioca al futbol il Boca, gioca un anticalcio fatto di episodi e amnesie difensive clamorose. Il tutto in contrasto con la locura dei 50.000 degli spalti che tifano per la maglia con la solita energia e locura, disinteressandosi assolutamente del risultato. Due mondi a parte, dove possono coesistere solo in questa latitudine della Republica de la Boca. Il ciclo di Battaglia si può dirsi già concluso, Difficile essere credibile dopo lo spettacolo ignobile visto contro il Godoy Cruz, dove il secondo portiere Garcia risparmia la goleada al DT, compiendo miracoli su miracoli. La misura è colma. Il Consejo de Boca dovrà farsi carico della situazione, programmando con grande serietà le prossime mosse. Urge un allenatore navigato e preparato per il dopo Battaglia, e possibilmente non proveniente dall’ambiente xeneize. Non c’è più tempo di romanticismo, è giunta l’ora di dare un progetto credibile a questi tifosi. Ne va di mezzo la serietà del club e di Riquelme stesso.

Talleres 1-0 River

Il River cade improvvisamente e senza preavviso. O meglio, era nell’aria che potesse accadere qualcosa di anomalo dopo gli infortuni di Barco e Quintero, i cervelli della squadra, assieme al largo turnover che Gallardo decide di affidarsi per far rifiatare i titolari. Ma el Muñeco commette l’errore di cambiare troppi uomini in un colpo solo, sopravvalutando i suoi guerrieri e sottostimando l’impegno dell’insidiosa trasferta di Cordoba. Intoppo momentaneo, in un semestre comunque giocato a buoni livelli. Non è ancora quel River ammazzatutti visto nella seconda parte del 2021, ma c’è comunque grande fiducia nell’ambiente di portare a casa un buona parte di stagione, aspettando anche i gol di un Julian Alvarez, eclissato nell’ultimo periodo. “La decisione di adottare un largo turnover si è resa necessaria per far gestire meglio i carichi di lavoro della squadra” ha ammesso Gallardo a fine gara. “La partita di oggi serve per trarre conclusioni, al di là della gara, ma quando gli esperimenti non funzionano bisogna ammetterlo e andare avanti.

Patronato 2-3 Racing

Decimo trionfo consecutivo per il Racing Club di Avellaneda che ora sogna in grande. Superato anche l’ostacolo Patronato, l’Academia si accinge a vivere giorni di rendita dopo i cinque punti di vantaggio sulla coppia Newells-River. Il Racing di Fernando Gago non si ferma e a Paraná sfoggia la decima meraviglia della stagione grazie al ritorno al gol di Javier Correa, il bomber di scorta della squadra e subito determinante per la causa del club. Un periodo assolutamente d’oro per la squadra, che però non deve far distrarre dai prossimi appuntamenti. Superato il record del mitico Jose Pizzuti, ora nel mirino c’è quello delle 17 vittorie datato 1931, record assoluto nel futbol argentino.

Ma Gago, veterano del futbol, ha i piedi ben piantati per terra e non si distrae delle onorificenze. “Superare il record delle nove partite vinte di fila significa molto per questi giocatori, che ora sono nella storia del Racing. Non ci accontentiamo però, vogliamo continuare a cercare la vittoria anche nei prossimi impegni”. Il Pintita poi svela il segreto del successo: “Ho tutta la rosa di un livello molto buono. Quando vado a cercare delle alternative a seconda di ogni rivale, trovo sempre la disponibilità completa di tutti. Poi, la dedizione che ogni giocatore mi mostra in allenamento e nelle partite è un qualcosa che mi riempie davvero”.

Independiente 1-1 Aldosivi

“La squadra gioca bene, ma non riusciamo a segnare. Dobbiamo avere più pazienza” commenta un Eduardo Dominguez ancora una volta malinconico dopo la gara contro l’Aldosivi. “Abbiamo troppa fretta di voler segnare, commettiamo errori di valutazione”. In effetti, anche se contro il Tiburón di questo periodo il pareggio potrebbe sembrare un risultato positivo, agli occhi dei tifosi è un’ulteriore passo indietro, considerando la non trascurabile superiorità numerica dapo appena 32 minuti. Guardando gli aspetti positivi una volta in più c’è da applaudire il 21enne laterale offensivo Tomas Agustin Pozzo, decisiva figura del partido e al terzo gol nel semestre. Il gol che fa esplodere il Libertadores de America è una fucilata degna di un centravanti consumato. Ha ritrovato fiducia e si sta riconfermando a buoni livelli anche l’uruguayo Sebastian Sosa. Il portiere sventa in più di qualche occasione la possibile umiliazione, che complicherebbe, e non poco, i piani di una qualificazione alla seconda fase già difficile a prescindere. “Continueremo ad andare avanti e a crederci, anche se non dipende più da noi. Andremo a Rosario cercando la vittoria atutti i costi”, conclude il Dt Independiente.

Nota a margine. Il gol Aldosivi è frutto della nuova giocata del Tanque Silva, al suo secondo gol in questo semestre dopo la rinascita calcistica dell’attaccante. Felicitaciones Santi!

Unión 1-2 San Lorenzo

Dopo una settimana di polemiche infinite il San Lorenzo riesce nell’impresa di espugnare nientemeno che Santa Fé, lato Unión. E’ il centrale Donatti che in occasione di due calci piazzati trova la doppietta che ridà ossigeno a un club in crisi profonda, vincendo in un campo dove il Tate aveva finora sempre trovato i tre punti. Ed è la prima dell’allenatore traghettatore Berón, che può finalmente festeggiare.

“È stata una partita difficile ed è un bene che i ragazzi si rialzino” ha commentato a fine gara il Dt San Lorenzo. “Ho detto ai ragazzi che dovevano essere sereni, sapevamo che dopo la gara contro il Platense avremmo giocato una partita complicata. Con la vittoria di oggi abbiamo un po’ ribaltato l’immagine di quel secondo tempo”. Per la cronaca, ha debuttato in prima squadra il 18enne Agustin Giay, centrocampista della squadra Reserva, buon prospetto che ultimamente sta facendo molto bene nella squadra ‘primavera’ del Pipi Romagnoli.

Extra

Prossima giornata

Nella 12ª giornata appare determinante per la continuità di Sebastian Battaglia la trasferta del Boca a Santiago del Estero. Il River cerca riscatto in casa contro la cenerentola Atletico Tucumán mantre il Racing cerca nuova gloria ospitando il Newells. Colón-Estudiantes, Rosario Central-Independiente e Argentinos-Sarmiento le altre sfide imperdibili.


calcioargentino.it

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è cropped-cropped-filigrana-1-1.png

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.