0 5 minuti 7 mesi

La partita dell’anno per il Deportivo Laferrere, club della serie D argentina. Contro il più blasonato River un intero popolo viaggia per 1500 km al seguito della squadra solo per amore. La testimonianza di chi c’era e chi ha vissuto quei momenti indimenticabili.

Mi chiamo Martin Velazquez, ho 22 anni e sono tifoso e socio del Laferrere Sports Club. Un club che da più di 10 anni gioca nella 4a categoria del calcio argentino senza mai aver vinto un titolo. La passione per quei colori però, vi assicuro è profonda, perché quando gioca il Lafe io sono sempre presente. Dovunque giochi.

Come quella volta a Temperley, Santa Fé (Rosario) o Lanus. L’altro giorno siamo andati a Salta, provincia a più di 1500 km dal nostro stadio, forse contro una delle migliori squadre del Paese. Come si spiegano le emozioni di quella sera? Semplicemente “Una locura”. E’ stato incredibile.

Oggi lo racconto da Buenos Aires, ma la storia è iniziata qualche mese prima. A gennaio, mentre lavoravo nella provincia di Córdoba mi dicono che ‘el Villero‘ avrebbe giocato a Salta … Subito chiamo mio padre, anche lui tifoso del Lafe e insieme prenotatiamo un volo per il 3 marzo ma senza nemmeno avere la certezza della data confermata, evitando però un possibile aumento del costo dato che gioca il River.

Un mese dopo vengono confermati luogo e la data. Perfezione assoluta e preveggenza: a Salta il 03/09/2022. Tutto stava andando alla grande fino a quando la compagnia aerea non ha avuto la brillante idea di riprogrammare il volo in un orario impossibile per poter assistere alla partita.

Abbiamo quindi deciso di acquistare un altro volo e chiedere il rimborso. Rispetto a quello precedente, costato circa $ 10.000 pesos (50 usd), abbiamo dovuto sborsare $ 25.000 (150 usd). Io partivo dalla provincia di Córdoba e mio padre da Buenos Aires. E forse è stato il destino a volere che non perdessi la partita, dato che il giorno stesso della sfida informavano mio padre che anche quel volo sarebbe stato riprogrammato.

Delusione totale. Un sogno costruito da mesi, crollato di nuovo a causa delle folli politiche della compagnia aerea. Abbiamo fatto il possibile, siamo andati in aeroporto, abbiamo provato a cambiare lo scalo in altre province, ma non solo era più costoso e impossibile da pagare per il budget, ma non c’era neanche più l’ombra di un posto. Cosi mi viejo è rimasto a casa senza aereo e io senza biglietto, perchè li custodiva lui a Buenos Aires.

Fortunatamente, dovevano partire ancora un gruppo di tifosi dalla Capital e per disperazione, mio padre prendeva la decisione di lasciare il MIO biglietto ad uno sconosciuto, che me lo avrebbe dato poi a Salta. Conoscevamo solo il nome e numero di telefono di questa persona, soprannominata Riki, ma alla fine è andato tutto per il meglio. Quando è atterrato e mi ha consegnato il prezioso tagliando, l’ho ringraziato infinitamente e ho preso il primo taxi per correre allo stadio. $1000 per il viaggio (5 usd) e sono entrato finalmente sugli spalti in tempo, con le squadre che entravano in campo. Mi sono goduto la partita, cantando, saltando, emozionandomi con l’ultima canzone, “sei la gioia del mio cuore” …perché è davvero così.

Sfavoriti da tutti e con lo status di fallito già prima di giocare. Essere considerato perdente non mi importava, e nemmeno ai migliaia di tifosi arrivati attraverso la carovana infinita di 52 bus dopo 48 ore di viaggio tra andata e ritorno. Oggi scrivo questo da casa, cenando alle 22 e leggendo le disavventure dei tifosi partiti con gli autobus.

È inspiegabile essere tifoso del Laferrere. Non abbiamo titoli internazionali, gioca nella 4a categoria del calcio, ma abbiamo un grandissimo cuore. Me ne hanno dette di tutti i colori in questi giorni, “sei matto, perderai tempo, perderanno di brutto”. Oppure “spenderai una fortuna per una partita, non vale la pena” e vi assicurò che è tutto vero. Ma ne vale assolutamente la pena, perché Laferrere è il club che amo e per me vale tutto.

Non saremo vincenti, non avremo titoli, non sarà il River Plate, ma è una folle passione per il club che porto nel più profondo del mio cuore. E’ chiamato Amore incondizionato. 🇳🇬

Martin Velazquez


calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Libertadores