0 3 minuti 2 anni

E alla fine, per quanto incredibile possa sembrare, sono arrivati quei risultati che il Boca aveva bisogno per lottare fino alla fine per il titolo. Siamo solo a 1 punto del River, ma per oltre sessanta minuti eravamo pari.

Qualche tempo fa non ero molto convinto del ritorno di Russo in panchina, ma fortunatamente, smentendomi, ha preso in mano la squadra come un padre e grazie a una continuità di risultati impressionante, sta facendo grandi cose in poco tempo. Esto es Boca! L’autentico Spirito Boca, che anche se i risultati sono negativi, anche se cadiamo, ci reinventiamo sempre, continuamente, andiamo sempre avanti, lottiamo, sempre fino alla morte.

Con il Vasco Arruabarrena, Guillermo, Alfaro, con Russo, con chiunque… il Boca è sempre stato protagonista del panorama calcistico argentino. E nessuno osi dire che qui si fa “cabaret”, che c’è crisi o qualsiasi stupidità che dicono i giornalisti. I numeri e i fatti parlano da soli: Campioni, protagonisti in Copa Libertadores, candidati e finalisti in quasi tutto quello che si è stato giocato in quest’ultimo periodo, ma nonostante tutto per la stampa e l’opinione pubblica, c’è sempre ‘crisi al Boca’.

Vogliate scusarmi, cari lettori, ma a volte è difficile gestire il fanatismo, e nel contesto in cui viviamo è impossibile non “chicanear” (provocare) il nostro classico rivale, è IMPOSSIBILE non stupirsi del fatto che nel loro miglior momento storico hanno bisogno di chiedere l’incoraggiamento dei tifosi..

“Napoleón pidiendo apoyo, parte 1230”
“Napoleón che chiede l’incoraggiamento del pubblico parte 1230”

La realtà è innegabile, ma noi che “siamo morti a Madrid” continuiamo ad essere preferiti dalle grandi star mondiali, dai quotidiani, dai sondaggi, da chiunque se ne intenda de fútbol..

Es común opinión 😂

Gallardo, “Abriendo el paragua” (literal: aprendo l’ombrello, significato: per prevenirsi) da quello che succederà , dice che non sarà una finale contro Boca, che quelle che ha giocato contro di noi già le ha vinte, è vero… non c’è dubbio, sarebbe rinnegare la storia, ma sarebbe anche ciò che ho scritto un paio di articoli fa, ovvero la fine della loro fase e l’inizio della nostra, con una grande differenza: noi non siamo andati in B e siamo sempre stati protagonisti, SIEMPRE, campioni mentre loro giocavano nei bassifondi della seconda divisione del calcio argentino…

PD: Vogliate scusare “la passione” che con cui vi scrivo, ma il clima che si vive qui è molto pesante, sia a Nuñez che qui da noi. Ancora una volta, un Boca-River, di nuovo, ancora un clima di “guerra”.

Hasta el Boca Siempre!

di Lucas Alcaraz


calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.