0 2 minuti 2 mesi

A 35 è entrato nella leggenda definitiva. Dopo una finale spettacolare ma al tempo stesso drammatica, Leo Messi è riuscito a sfatare finalmente il tabù ed a conquistare quel trofeo che tutta una nazione gli chiedeva: la tercera Copa del Mundo della storia della Selecciòn.

“Sapevo che Dio me l’avrebbe donata”, ha ammesso commosso il capitano della Nazionale al termine della Finale contro la Francia.

“Ovviamente voglio continuare a giocare ancora con questa maglia ancora qualche partita da campione del mondo. È un qualcosa di unico, tutti vogliono diventare campioni del Mundo, è il piccolo sogno di chiunque. Sono stato fortunato ad avere tutto nella mia carriera e questo mi mancava. Ora la porteremo a casa per godercela con tutti e sarà qualcosa di meraviglioso”, dichiara Messi.

’Cosa succederà adesso?”, gli chiedono. “Ovviamente volevo chiudere la carriera con questa, ma penso che continuerò ancora un po’ con questa camiseta da campeon del mundo, anche se non posso chiedere più niente”.

Leo è stravolto. Dalla fatica ma soprattutto dalle emozioni. Dopo 120 minuti di lotta epocale e dopo il pathos dei rigori si tiene stretto la Copa tra le mani. “È pazzesco che sia successo in questa maniera, è impressionante dopo tutto quello che abbiamo passato. Sapevo, l’ho detto a un certo punto, che Dio me lo avrebbe data e non lo so perché, avevo il presentimento che sarebbe finalmente accaduto”, ha aggiunto.

Con questo trionfo, l’Argentina ha aggiunto nella bacheca della Federazione la tercera Copa del Mundo dopo quelle di Argentina 1978 e Messico 1986. Leggenda nella leggenda: la profezia si è finalmente realizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores