0 13 minuti 6 mesi

Terzo turno dalle emozioni opposte per i due club più importanti di Argentina. Il Boca mette la quinta mentre il River affonda. Di contorno, si registrano la cadute, tra le altre, di Independiente, Velez e Lanús..

Il turno infrasettimanale si dimostra davvero scoppiettante e pieno di sorprese. Ritorna prepotentemente in corsa l’Estudiantes che si impone a La Plata grazie al bomber Boselli. Si assiste alla prova di forza del Boca di Benedetto, mentre il River entra in crisi di risultati e il San Lorenzo illude e delude. Di conseguenza si smuove la classifica, con il Platense, único puntero a punteggio pieno, che viene fermato dal Gimnasia la Plata. Benvenuti nel terzo turno della Liga más pasiónal del mundo.

3^ giornata

SanLorenzo Arsenal3-3
Talleres Newells0-1
Estudiantes Sarmiento2-1
Defensa YJ Huracán1-1
Barracas Unión1-2
Banfield Central CBA2-1
ATucuman Lanús2-1
Colón River1-0
Boca Tigre5-3
RCentral GodoyC1-0
Argentinos Independiente2-1
Racing Vélez2-0
Patronato Aldosivi1-0
Platense Gimnasia1-1

In classifica si forma un terzetto formato da Estudiantes, Platense e Newell’s. Dietro a solo un punto ecco Boca e Racing, seguiti da Gimnasia, Colón e Atletico Tucumán. Il River? Terz’ultimo a due punti dopo tre giornate. Increible.

San Lorenzo 3-3 Arsenal

Non c’è il rischio di annoiarsi col San Lorenzo neanche questa in stagione Subito in svantaggio dopo appena venti minuti di gioco, si assiste nella ripresa all’impresa del Ciclón, che la ribalta e addirittura prende il largo realizzando il 3-1. Sembra (finalmente) fatta per i padroni di casa considerando il doppio vantaggio, fino a quando il Dt dell’Arse Madelón decide di mandare nella mischia l’attaccante Colman, nel tentativo di scuotere la squadra. Decisione illuminata dato che alla punta servono solo due minuti per far doppietta e siglare il 3-3 nell’incredulità più generale di Bajo Flores. Anzi, se non ci fosse San Torrico sarebbe beffa totale dopo che il portiere salva incredibilmente da posizione ravvicinata un colpo di testa di Apaolaza, anch’egli, in campo da pochi secondi. Il triplice fischio dell’arbitro certifica l’ennesimo pareggio amaro per il San Lorenzo, che non sa più vincere, nemmeno contro un avversario tecnicamente abbordabile. Arriva il terzo pareggio consecutivo che, quantomeno, allunga la mini striscia di risultati utili consecutivi

“Mi sarebbe piaciuto dare una vittoria alla gente, ma ci è sfuggita per un pelo” analizza il tecnico Insua, che predica ottimismo. “Siamo sulla strada giusta. In generale ho visto cose buone e dobbiamo continuare a lavorare. In linea di massima la squadra ha giocato molto meglio di quanto mi aspettassi dopo appena tre giornate di campionato”.

Colón 1-0 River

‘Nuñez abbiamo un problema’. Si fa improvvisamente complicato l’inizio del secondo semestre in casa River con l’arrivo della prima sconfitta, successiva a due pareggi a reti bianche. Quello che preoccupa maggiormente in casa Millo è la più completa sterilità sottoporta, confermata dalla terribile statistica di essere la sola e l’unica squadra in Primera a non avere ancora realizzato una rete. Eppure, la pianta della squadra non si discosta molto da quella dello scorso anno quando il River trionfò senza se e senza ma. A far preoccupare ulteriormente l’ambiente sono le voci di alcuni giornalisti partidarios, che puntano il dito -nientemeno- verso l’araña. Si vocifera infatti nei corridoi degli insider che Julian sarebbe deconcentrato a causa di notti brave e fughe notturne -attraverso porte di sicurezza- dalle sedi dei ritiri. Verità o falsità, la stagione del River si fa chiaramente complicata e urge l’inversione di tendenza immediata tanto richiesta da Gallardo.

“Giustificare una sconfitta non è mai facile” dichiara al termine della partita el Muñeco Gallardo, “Ci prendiamo dei rischi, assumiamo di giocare con i rischi ed è il nostro modo di giocare. Non si lavora per essere squilibrati, vogliamo essere protagonisti. Abbiamo giocato bene a tratti e avuto importanti occasioni ma non siamo riusciti a capitalizzare. Non dobbiamo disperare, dobbiamo migliorare e questa è la realtà. Bisogna attraversare questo cammino e accettare di dover migliorare attraverso il duro lavoro”.

Infine, c’è poi un dato che fa riflettere. L’ultima volta che il River non realizzava un gol in tre partite consecutive fu nel 2018, in occasione della Superliga argentina. 2018, sappiamo bene poi alla fine com’è andata a finire.

Boca Juniors 5-2 Tigre

Se in settimana scorsa si rimetteva in discussione l’operato di Sebastián Battaglia, dopo la prestazione sublime contro il Tigre il Boca diventa al pari del Palmeiras la maggior pretendente all conquista della Libertadores. Scherzi a parte, grande impressione ha destato l’attacco xeneize capace di sfoderare pericoli immani ogni qualvolta affondava il piede sull’acceleratore. Si affina maggiormente l’intesa tra Villa -ora non più troppo egoista- e Benedetto -settima rete alla Bombonera su otto totali- ma, soprattutto, si illumina sempre più la stella del Changuito Zeballos, capace di segnare la sua prima doppietta in carriera e arricchire di ulteriore imprevedibilità la manovra bostera. Zeballos attualmente è la joyita più splendente e più attraente nel firmamento bostero, oggetto del desiderio di club europei e delle attenzioni di Scaloni. Già, perchè il Dt della Selección sembrerebbe rimasto stregato dal 20enne e non sarebbe utopia la possibile chiamata come 26° convocato al prossimo mondiale.

“La verità è che non mai avrei immaginato di segnare così tanti gol al Boca avvicinandomi ai migliori marcatori della storia del club”, ha commentato el Pipa Benedetto. “Ma la realtà è che tutto deve essere fatto a beneficio della squadra ed è una gioia lavorare con il gruppo”. El Changuito Zeballos, figura del partido, nonostante la prestazione sublime rimane umile nelle dichiarazioni post gara: “Voglio sfruttare al massimo le opportunità che mi si presentano. Come vivo questo bel periodo? Vivo giorno per giorno, mi alzo ogni matina e ringrazio Dio. Oggi ho segnato la mia prima doppietta in prima squadra e continuerò a lavorare per rimanere a disposizione dell’allenatore e della squadra”.

La classifica Promedio/retrocessione. A fine campionato secenderanno due squadre in B Nacional.

Racing 2-0 Vélez

Risorge dalle ceneri il Racing, che dopo le due sconfitte consecutive torna alla vittoria, facendo gioire per la prima volta in questa seconda metà di 2022 il Cilindro di Avellaneda. È la serata del ‘cecchino’ Rojas, che di nuovo mostra le sue doti balistiche e fa la differenza al ritorno dall’infortunio, riuscendo a segnare grazie ad una giocata ‘diferente’. Stop a seguire/dribbling secco al diretto marcatore/finta su (altro) difensore e portiere e palla sul primo palo, per un golazo urlato da telecronista e tifosi. La squadra ritrova l’autostima necessaria per riprendersi dalle delusioni recenti e sembra pronta per le sfide future. Ad alimentare nuove vibrazioni positive ci pensa il calciomercato, con l’arrivo dell’attaccante ‘de jerarquíaMaxi Romero, in prestito dal PSV (ex Velez), assieme all debutto di ‘mister 30 palos verdes‘, Emiliano Vecchio, vecchia conoscenza del Rosario Central. In arrivo ad Avellaneda anche il crack Carbonero dal Gimnasia, giocatore in grado di destabilizzare con la sua velocità ogni difesa avversaria. Si prevede un futuro prossimo interessante per il Racing Club di Fernando Gago.

“Questo è il calcio: oggi non abbiamo avuto tante occasioni da gol come in altre partite, ma siamo staimo stati bravi a finalizzare per vincere”, ha dichiarato el Pintita Gago dopo la vittoria. “Non si può continuare a pensare alle partite passate. bisogna guardare quelle che stanno per arrivare. Sono contento della buona prestazione di tutti i giocatori, e in particolare di Matías Rojas che ha realizzato un gran gol. Penso che stia tornando alla sua migliore forma dopo il recente infortunio”.

Argentinos 2-1 Independiente

“Confido di quanto mi hanno detto i dirigenti in questi incontri”, dice il Dt Eduardo Dominguez a caldo dopo la sfida col Bicho. “Sappiamo tutti che abbiamo bisogno di rinforzi. Quando il mercato sarà terminato faremo il punto della situazione per proseguire al meglio”. L’Independiente si affida a volti nuovi per migliorare l’andamento rispetto al precedente semestre. Contro l’Argentinos non c’è partita. C’è tanta buona volontà ma il Bicho dell’ex Gaby Milito gioca a un’altra cosa. Sempre lucido mentalmente ad approfittare di ogni situazione e in costante controllo della partita, i padroni di casa vincono meritatamente. Per il Rojo la notizia positiva è l’ennesimo gol di Benegas che appare sempre sul pezzo. Per il resto, c’è poco da salvare. “Non abbiamo passato una buona serata, è stato difficile per noi entrare nel ritmo della partita, quando avevamo palla non sapevamo come sviluppare il gioco, siamo stati molto imprecisi”. Testa ora al prossimo durissimo impegno che sarà contro il poderoso Estudiantes. Nella speranza, che in questi giorni arrivi qualche faccia nuova al centro sportivo di Villa Dominico.

Rosario Central

È terminata nel peggiore dei modi l’avventura di Leandro Somoza sulla panchina del Rosario Central. Il tecnico si è dimesso senza preavviso dopo l’ennesima riunione improduttiva con la dirigenza. “C’è disordine e anarchia all’interno del club” ha tuonato in una conferenza privata. “Il futbol e il Central sono due cose del tutto diverse. C’è perfino qualcuno che dava in pasto si media i contenuti delle riunioni confidenziali. Per non parlare dei rinforzi mai arrivati”. Non proprio una separazione pacifica, insomma, con il tecnico della Reserva promosso ora in prima squadra. Le redini ora le prenderà Carlitos Tevez la settimana prossima, alla sua prima esperienza da allenatore dopo la carriera ben conosciuta da calciatore.

Il Bomber

Mauro Boselli fa doppietta e trascina l’Estudiantes verso la seconda vittoria in tre partite. Per il goleador si tratta della terza marcatura consecutiva in questo avvio di Primera. Letale.

Il Golazo

Primo gol tra i professionisti per Lautaro Chavez, 21enne attaccante del Gimnasia, autore del gol del provvisorio vantaggio del Lobo contro il Platense. Felicitaciones Lauti!

La tragedia

Cordoglio in Argentina a seguito della scomparsa prematura del giovane Fabricio Navarro, 21enne giocatore della Reserva dell‘Atlético Tucumán, vittima nei giorni scorsi di un tragico infarto. A familiari e amici va un grande abbraccio da parte di tutti noi.

Prossimo turno

Si ricomincia a giocare già nel fine settimana per la 4^ giornata di campeonato. Il River ritorna a Santa Fé dove affronterà l’Unión mentre il Boca farà visita nella cancha neutra dell’All Boys, contro il Barracas Central. Impegni che si preannunciano complicati per Independiente (vs. Estudiantes), Racing (a La Plata vs. Gimnasia), San Lorenzo (A SdE contro il Central). Newells-Argentinos partita tra i piani alti della tabla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores