0 5 minuti 2 anni

Grande festa in Brasile: il Defensa dà ‘vuelta alla serie’ e conquista la Recopa Sudamericana!

Il Defensa y Justicia è di nuovo Campeon! E’ questa la grande notizia che arriva da Brasilia dopo una partita dai mille colpi di scena. Dopo la storica conquista dell’anno scorso nella vittoria della copa Sudamericana il Defe bissa il successo portandosi a casa la Recopa Sudamericana contro Il Palmeiras. Beccacece continua la tradizione vincente di Crespo e può finalmente alzare una Copa alla guida del suo amato Halcon.

Ma non è stata una passeggiata, c’è voluto tanto carattere, volontà e nervi saldi nei momenti decisivi, caratteristiche decisive che hanno fatto la differenza in questo doppio confronto. E’ festa completa nella piccola cittadina di Florencio Varela, diventato in due anni ‘verdadero‘ ombelico del continente sudamericano.

LA PARTITA. Si riparte dal 2-1 brasiliano dell’andata ma senza la regola dei gol in trasferta. Il primo tempo è combattuto da entrambe le squadre, ma è il Palmeiras a portarsi in vantaggio al 23′ a causa dell’intervento maldestro di Meza che provoca il calcio di rigore. Dopo la conferma al Var, il gol di Vega dagli undici metri sblocca la partita. Ma passano appena 8 minuti che Braian Romero gonfia la rete grazie alla ‘pelota della muerte‘ gentilmente offerta da Pizzini. 1-1 dopo i 45 minuti. Manca aIl’appello un altro gol.

Immagine

Nella ripresa il match si scalda. Vina viene espulso al 68′ per fallo di reazione lasciando il Palmeiras in dieci, ma il Defe non riesce a trovare spazi e il gol che riequilibrerebbe il punteggio. Ci vogliono i minuti di recupero per il clamoroso pari: il laterale sinistro Benitez dopo una ribattuta lascia partire una sassata di sinistro dai 40 metri che non lascia scampo a Weverton e manda il Defensa ai supplementari: Il Defe è ancora vivo! Come nella sua miglior tradizione.

Si va ai supplementari e succede davvero di tutto. Mano in faccia di Gustavo Gomez a Merentier in area brasiliana ma il Var ‘non si accende’, Un minuto dopo Unsain esce in maniera sconsiderata ‘toccando’ Rony in area che stramazza al suolo: è calcio di rigore. Questa volta il ‘Var’ funziona e succede il finimondo. Si assiste -anche in tempo di Covid- a scene di corrida e accenni di rissa tra i componenti delle due panchine, con Braian Romero, il più caldo dei suoi, che viene espulso. Si ristabilisce la parità numerica in campo. Sul dischetto va Gomez ma Unsain si lascia perdonare neutralizzando el penal. La partita cambia capitolo un’altra volta.

Immagine

Niente più emozioni fino al 120′, si va ai fino ai calci di rigori. Tanta tensione da parte Halcon per la sua ‘primera final de la historia a los penales‘, ma saranno perfetti quelli calciati da Frias, Merentier, Isnaldo ed Enzo Fernandez. Nel Verdao non sono ineccepibili Luis Adriano e il portiere Weverton. Il Defensa Y Justicia può così finalmente gioire: E’ il nuovo campione della Recopa!

Può iniziare la festa col Defe che conquista la sua seconda stella in due anni, salendo di nuovo sul tetto del subcontinente. Grande gioia per una realtà umile come l’Halcon, capace di capovolgere nuovamente il pronostico grazie all’umiltà e alle sue caratteristiche principali: quella di far enamorare e non mollare mai.

Beccacece lo sa bene e probabilmente la scelta di tornare alle ‘origini’ è stata la decisione più giusta. Eccolo, raggiante, tra papelitos volanti e schiamazzi dei suoi ragazzi: “Abbiamo affrontato una competizione molto difficile, rivali complicati, con una squadra di giovani, ma con un cuore enorme. E così viviamo quotidianamente. Siamo consapevoli dei nostri errori ma quello che abbiamo in abbondanza è la fame. È il nostro cibo, ci mostra il nostro cammino. Siamo esigenti, ci piace il lavoro, la disciplina, le responsabilità, gli impegni.”

Immagine

Il piccolo Defe è campeon de la Recopa Sudamericana. Davvero clamoroso a Brasilia.


calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libertadores