0 4 minuti 2 anni

Vuelve el fútbol argentino, e noi ne approfittiamo per iniziare questo blog del hincha de San Lorenzo.

Voi vi chiederete “Por qué San Lorenzo?” Porque San Lorenzo es barrio, es carnaval, es pasión.

Ma andiamo con ordine: el barrio, il quartiere. San Lorenzo de Almagro quindi il quartiere dovrebbe essere Almagro… e invece no, el barrio es Boedo. Già, perché nel 1908 quando è stato fondato il club, Boedo non aveva ancora lo status di “barrio” ma apparteneva al quartiere Almagro. Il successivo aumento demografico permise a Boedo di diventare un quartiere a sé ma ormai il nome della squadra era stato deciso: Club Atlético San Lorenzo de Almagro (abbreviato CASLA). Questa particolarità, unita al fatto che lo stadio sia attualmente situato in un altro quartiere (Bajo Flores), origina un’infinità di sfottò sul fatto che il San Lorenzo non abbia un proprio quartiere. Una vera e propria assurdità dato che tra tutte le squadre del calcio argentino, il San Lorenzo è forse quella legata in maniera più viscerale al quartiere in cui venne fondato da alcuni ragazzini agli inizi del ‘900. Se poi andiamo a ripassare la storia degli altri club principali notiamo che molti hanno avuto degli spostamenti dal quartiere iniziale a quello attuale (ad esempio il River venne fondato a La Boca ma attualmente gioca a Nuñez) o comunque durante la propria storia hanno giocato in altri quartieri o località (ad esempio il Boca ha giocato a Wilde). In ogni caso lasciamoli parlare… “nos dicen sin barrio pero somos el club con más barrio del universo”.

El carnaval, il carnevale inteso in senso più ampio come festa, allegria e la voglia di saltare e cantare tutti insieme nel pre partita a ritmo di tamburi sotto la popular local del Nuevo Gasómetro. Proprio i video dei cori inventati partendo dal ritmo delle hit più famose del momento sono diventati virali e sono stati interpretati (o copiati) dalle tifoserie delle squadre di mezzo mondo.

Parlando invece di carnevale nel senso più classico, i tifosi più avanti con gli anni ricordano ancora con una certa nostalgia i famosi “Carnavales de Avenida La Plata” durante i quali lo stadio “Viejo Gasometro” diventava il centro dei festeggiamenti ospitando spesso i concerti di cantanti famosi.

La pasión, la passione è probabilmente la caratteristica principale del hincha argentino e quindi anche de los cuervos (così sono soprannominati i tifosi del San Lorenzo). La passione lega in maniera indissolubile il tifoso alla sua squadra del cuore. La pasión è il sentimento che permette al tifoso di fare qualunque locura per la sua squadra come ad esempio vendere la propria auto per pagarsi il viaggio in Marocco per assistere al Mondiale per club 2014 o al contrario farsi una scappata dall’Europa al Nuevo gasometro per vedere dal vivo la tanto desiderata finale di Copa Libertadores di quello stesso anno. La pasion è quella de los cuervos che vivono nell’exterior ossia fuori dall’Argentina e che spesso scelgono di passare la notte in bianco per vedere in streaming una partita di Copa Sudamericana contro un’improbabile squadra ecuadoriana. Noi siamo parte di questi ultimi, dei matti che vivono in Europa ma hanno il cuore a Boedo.

Somos Cuervos, No traten de entender esta locura / Porque ser de San Lorenzo es muy diferente,

Este sentimiento, nadie lo comprende. /  Que no tiene explicación, eso es verdad, 

Cada vez te quiero mas, / y siempre yo voy a estar presente, 

Este sentimiento es verdadero, / Ciclón te amo, sin vos me muero.

Di Loren_cuervo


calcioargentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.