++ Il River Plate è campione di Argentina per 37^ volta. Decisivo il successo nella notte contro il Racing Club. Felicitaciones Millonario!

++ 4-0 contro il Racing e arriva la Primera tre giornate in anticipo. Decisivi al Monumental Palavecino, Alvarez e la doppietta di Briaian Romero.

++ Al termine della partita parla Leo Ponzio, alla sua ultima stagione al River: “Mancava un piccolo tassello, il più difficile. Avevamo due risultati a favore e abbiamo stravinto. E’ una grande responsabilità e siamo stati all’altezza del compito. Non posso chiedere di più. Continuare? Non lo so, non credo, Sono molto felice”.

++ Enzo Perez: “La verità è che abbiamo chiuso questa Primera con una grande serata, abbiamo fatto un grande campionato, siamo stati i più regolari. È una gioia immensa celebrare questo successo. Dimostriamo di essere un grande gruppo, sono orgoglioso di tutto questo.”

++ Julian Alvarez: “Sono felice per il gruppo, per tutto, per le persone. È stato un anno difficile e credo sia una ricompensa per il lavoro che abbiamo svolto in tutto questo tempo. Sono felice per tutti. In questi anni ho imparato tanto dai top player. Cerco sempre di prendere da tutti per continuare a migliorare”.

++ Marcelo Gallardo: “”Questa è di tutti. C’è un gruppo di giocatori con una grandissima qualità umana, lavorano duro, non si accontentano, non sfuggono alla fatica. C’è un grande senso di appartenenza, lavoriamo da tempo e non è facile reggere all’intensità e agli obiettivi del club. Dopo un periodo di sofferenza, la gente è riuscita a tornare allo stadio e abbiamo vinto”.

++ Marcelo Gallardo: “Vuoi sempre vincere, ci provi, abbiamo avuto la possibilità, ci è sfuggita e in alcuni momenti. La competizione è molto dura, abbiamo dovuto prendere decisioni e non mi pento di niente.”

++ Marcelo Gallardo: ” Che il gruppo resista alle pressioni e che dimostri in pratica l’idea di gioco per me è tantissimo. Sono molto grato che mi seguano, perche sanno che così fanno divertire i tifosi.”

++ Marcelo Gallardo: “Continuare col River? Adesso non lo so. Certamente sarà la decisione più importante della mia vita.”

Libertadores